5 minutes well spent/5 minuti ben spesi

During the bloom season life is far too busy to post anything, so I am catching up on posts now.  Here is a little meditation on time, and how best to spend it.

With thousands of irises in flower at the peak of bloom I can’t always keep up with dead-heading, and I am very grateful for those irises whose flowers age gracefully, shrivelling away quickly so that they do not spoil the display of later flowers.  Many of the historic irises have this trait: for example, Paillasse, or Dogrose.

Many modern irises that are otherwise very beautiful have the defect that the spent flowers turn to mush, look unsightly and in wet conditions can drape themselves over unopened flowers, wrecking them.  Beyond a certain point of bad behaviour, the only sensible solution is to banish the culprit from your garden.  But there are some that are too lovely to banish and which only need a little bit of gentle assistance to keep looking their best.

I did a little experiment on how long it took to restore each of these clumps to pristine appearance.  In each case less than 5 minutes with the secateurs and my Divas were back to full glory.  I must admit I do find it a satisfying activity, and almost meditative, ideal for that last half hour of light when one has done the more strenuous jobs in the garden but the evening is too beautiful to retreat indoors.

 

_DSC1055
Skating Party, before
_DSC1056
Skating Party, after

Durante la stagione della fioritura, sono troppo impegnata per pubblicare qualcosa, quindi ora sto recuperando i post. Ecco un po ‘di meditazione sul tempo e il modo migliore per spenderlo.

Con migliaia di iridi in fiore al culmine della fioritura non riesco sempre a tagliare i fiori spenti, e sono molto grato per quelle iridi i cui fiori invecchiano con garbo, chi spariscono rapidamente in modo da non rovinare l’esposizione dei fiori successivi . Molti degli iris storici hanno questo tratto: ad esempio, Paillasse, o Dogrose.

Molte iridi moderne che altrimenti sono molto belle, hanno il difetto che i fiori spesi si trasformano in poltiglia, sembrano sgradevoli e in condizioni bagnato possono avvolgersi sui fiori non aperti, distruggendoli. Oltre un certo punto di cattivo comportamento, l’unica soluzione sensata è bandire il colpevole dal tuo giardino. Ma ci sono alcuni che sono troppo belli da bandire e che hanno bisogno solo di un po ‘di gentile assistenza per continuare a dare il meglio.

Ho fatto un piccolo esperimento su quanto tempo ci è voluto per ripristinare ognuno di questi gruppi per un aspetto incontaminato. In ogni caso meno di 5 minuti con le cesoie e le mie Divas erano tornate alla piena gloria. Devo ammettere che trovo che sia un’attività soddisfacente, e quasi meditativa, l’ideale per quell’ultima mezz’ora di luce quando hai già finito i lavori più faticosi in giardino, ma la sera è troppo bello per ritirarsi in casa.

_DSC1057
Dusky Challenger, before
_DSC1058
Dusky Challenger, after

And, to give you an idea of the scale of dead-heading here at the end of the season, here is the first of about sixty loads in the Kubota!

E, per darti un’idea della scala di lavoro qui alla fine della stagione, tagliando fiori spenti, ecco il primo di una sessantina di carichi nel Kubota!

_DSC1091

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s